Homepage > Cos'è il Network Marketing
Roslon.it
Mappa del sito
Versione stampabile
Contattaci
Web-mail
Login
Ultima modifica:
25-06-2019 09:47:31

Tuo IP: 54.162.151.77
Accesso n.: 306237
by 2bdesign.de

Cos'è il Network Marketing





Il Network Marketing è più di un progetto, è una professione. Se la fai nel modo giusto può diventare la tua carriera, può persino farti lasciare il lavoro che non ti rende felice e darti la possibilità di avere libertà totale nella tua vita.


Come funziona ?
Lavorare autonomamente senza correre rischi. Il lavoro in proprio ai giorni nostri.
Perché Network Marketing è in pieno boom?
Franchising era ieri - Network Marketing è oggi.
Una delle più importanti esportazioni degli Stati Uniti ha ricevuto concorrenza.
Mentre il vecchio sistema di franchising scoraggia nuovi imprenditori attraverso costose licenze e tasse d’iscrizione, si sta’ sviluppando di recente un nuovo Franchising del tipo “popolare” e cioé: …
…IL NETWORK MARKETING !
In tutto il mondo, attraverso questi canali, stanno maturando costantemente più di 500 miliardi di € di fatturato all´anno e in Europa il grande boom sta iniziando adesso.
Non sono in pochi quelli che hanno giá pensato piú di una volta di diventare autonomi. Ma anche l'idea migliore per un Business non serve se il capitale non c'è. Se qualcuno pensa ad un Franchising entra automaticamente in gioco McDonald's.
Ray Croq, inventore della “Gastronomia Sistematica” e sinonimo di successo di vendita di licenze, è diventato un multimilionario con la vendita a livello mondiale del suo concetto.
Ora ci sono decine di migliaia di imitazioni che cercano di eguagliare la stessa idea di Business sul mercato mondiale.Ma chi imposta in modo sbagliato puó anche indebitarsi per tutta la vita, perché anche nel Franchising non è tutto oro quello che luccica.
Molti che vorrebbero fondare nuove imprese, storgono al giorno d´oggi il naso, quando si tratta di mettersi in proprio. E questo per colpa delle politiche di credito restrittivo delle banche che effettivamente non offrono mutui senza prima chiedere garanzie per un importo tale allo start-up che serve all´investitore.
In Italia e in  Europa si registrano ogni minuto diverse aziende in fallimento, la classe media soffre di troppo elevate aliquote fiscali e dei costi salariali.
I sindacati eseguono la salvaguardia di antichi privilegi del passato e continuano a concentrarsi sul sistema di redistribuzione sociale che sta per crollare.
Il sistema delle pensioni tanto decantato si sta dimostrando inadeguato e sempre più come una "frode di generazione" (io lo chiamo Catena di S.Antonio o Bufala) e alla fine non sarà più finanziabile. Le aziende nel frattempo delocalizzano i loro impianti di produzione nei mercati in crescita del futuro e quindi in paesi a basso salario.
Ci si chiede quindi: serve ancora offrire Performance e servizio? Dopo aver detratto tutte le tasse e costo della vita, per la maggior parte dei lavoratori rimane poco più di 600 € da vivere.
L'unico modo per sfuggire a questa povertà regolamentata, sembra essere il passo verso l'indipendenza. Ma con che cosa?
Niente che giá non esista. Il ristorante proprio, il salone di parrucchiera, la società di vendita al dettaglio o di trasporti, sono viste ora dalle banche come le aziende critiche, quelle piú in crisi.
Innovazioni vengono eliminate fin dall'inizio, perché le novità senza una base di riferimento referenziale di statistica finanziaria porta alla classificazione interna della banca ad una categoria troppo a rischio. Franchising troppo costoso, commercio al dettaglio troppo rischioso e prestazioni di servizio, una parola non molto comprensibile in europa. Cosa rimane?
Network Marketing!
Ma cosa si cela dietro questo termine? Niente altro che la commercializzazione dei prodotti e di una idea di business globale di costi di avviamento, che tutti possono permettersi. Un business senza il rischio con il quale partecipano al mondo già circa 40 milioni di persone.
Seppure i capisaldi siano ancora nelle Americhe e in Asia, la nuova ondata di fondazioni si fa sentire anche in Europa. Chi ora riconosce la tendenza e salta sul treno potrá molto facilmente nel prossimo decennio diventare anche milionario, o almeno entro pochi anni, finanziariamente indipendente.
Se il costo di produzione di un prodotto due decenni fa era la parte maggiore del prezzo di vendita, ora tale è sceso a circa il 15%.
La parte del leone e quindi chi porta i grandi guadagni, non è piú la produzione ma il Marketing e distribuzione. Le società di Network Marketing, la maggior parte delle quali hanno la loro origine negli Stati Uniti, hanno riconosciuto in tempo questa tendenza e si sono concentrati in particolare sulla commercializzazione a livello mondiale di prodotti di consumo nel campo del Lifestyle ovvero sulla cura e sul miglioramento del nostro stile di vita.
Così, nel corso di più di 50 anni si è sviluppato un nuovo 'Franchising People's System' ovvero und sistema di guadagno studiato e fatto appositamente per la popolazione di tutte le nazioni del mondo. Questo sistema offre ad ognuno che voglia intraprendere un attività in proprio la possibilitá di generare reddito che corrisponde alla prestazione personale e di impegno individuale.
Un capitalismo realmente esistente, quindi, senza effetti collaterali, sulla base del principio del merito. Un'idea di business internazionale, senza personale, senza investimenti elevati, senza stoccaggio rilevante senza alcun limite sia redditizio che sull'etá del singolo, indipendentemente dall'origine di ogni singolo individuo, colore della pelle e delle qualifiche professionali. Sembra quasi troppo bello per essere vero, ma corrisponde ai fatti. Difficilmente un settore industriale ha prodotto tanti milionari come il Network Marketing.
I Top-Percettori, ovvero quelli che guadagnano al meglio nel Network Marketing, hanno redditi annuali più alti di molti consigli di amministrazione in aziende di fama internazionale, e migliaia di altri guadagnano oltre 20000 euro al mese o almeno il doppio del loro reddito precedente. Sembra che con ció, la vecchia storia di chi passa dalle stalle alle stelle, possa avere ancora un fondamento valido.
Ma chi gestisce questo business, che sorge sui pilastri della moltiplicazione e della commercializzazione dei prodotti?
Un business che tutti possono permettersi e che incarna il sogno americano come nessun altro. Questo è così semplice che molti non vogliono ammettere che funziona davvero. Questo Business è gestito da quelli che sono affamati di ottenere finalmente quello che si meritano e che si propongono nella vita:
il successo !
Coloro che chiedono il loro diritto alla libertà e all'autodeterminazione, e che si permettono di fare o non fare quello che vogliono ed essere finalmente in grado di lavorare con le persone che gli sono simpatiche. Sono quelli che vogliono finalmente voltare le spalle alla corsa monotona di tutti i giorni della tipica vita lavorativa.
Chi crede ormai che l'attività sia gestita da un tipo molto speciale di imprenditore, si sbaglia. Qui, tutte le professioni sono rappresentate, tutte le fasce di reddito, tutti i ceti.
La rete del Network Marketing è come lo specchio della nazione. Dai lavoratori, dipendenti o funzionari all'imprenditore travagliato, avvocati, medici, i professionisti di assicurazione e una casalinga e madre, si ritrovano assieme scoprendo il potenziale di questa idea di Business.
Cos'è che entusiasma talmente tutte queste persone, che le rende così ottimisti anche nei periodi di crisi, così piene di fiducia per operare veramente dal lato soleggiato della vita?
Sono quelle molte storie vere e di esempi di persone che non hanno mai avuto successo in precedenti lavori mentre ora si son fatte una fortuna.
Sono quelle storie di coloro che da una bancarotta sono passati ad essere multimilionari.
Il Network Marketing è una delle ultime opportunità di Business sul pianeta, con la quale anche la persona media può avere un grande successo economico.
E funziona quasi come un Franchising. Tuttavia, con una serie di vantaggi.
Nel Franchising si acquista una licenza per poter utilizzare un nome specifico ed un sistema.
Per questo la società, a secondo del livello di notorietà piú i primi acquisti standard e in particolare gli acquisti delle attrezzature aziendali con trasferimento di know how incluso, pretendono molto spesso centinaia di migliaia di EURO.
Oltre al costo delle periodiche tariffe costose di Franchising in modo che sia finanziato il sistema centrale della societá.
Prodotti che non siano della società non possono essere venduti. Inoltre il negozio è anche fortemente dipendente dalla località di residenza e, organizzato come da modulo centrale, solitamente anche molto limitato nella sua portata.
Fondamentalmente un classico Franchising non è altro che un trasferimento di rischio, perché gli operatori, spesso, non hanno i soldi per costruire la loro catena di negozi che si sarebbe presto inghiottita centinaia di milioni.
Garanzie di successo non esistono, bensí un sacco di regole di dipendenza e di comportamento in caratteri minuscoli nei contratti. Alti costi di dipendenti, di investimenti pubblicitari e di errori di gamma di prodotti, hanno giá distrutto tante carriere ed esistenze.
Nel Network Marketing, tuttavia, i rischi sono gestibili. Per circa da 50 a 200 Euro, si può usare una licenza internazionale per il permesso di poter distribuire o vendere prodotti o servizi di una società. (La nostra azienda ad esempio, non fà pagare per usare la loro licenza).
Ciò include la facoltà di acquistare e di vendere o consumo personale di prodotti, ma soprattutto anche il permesso per costruire un’organizzazione globale di vendite o di consumo personale in tutti i paesi in cui la società sia già registrata e approvata. Sottolineo che Network Marketing, però, non vuol dire vendere.
Della produzione di opuscoli promozionali e documenti di lavoro se ne occupa l'azienda Network. Lo stesso vale per lo sviluppo dei prodotti dell'azienda, la linea di “Design” del prodotto, la logistica, la gestione dell'inventario e la soluzione globale delle commissioni per la loro organizzazione di vendita, anche se questo include diverse migliaia di partner indipendenti dislocati in diversi continenti.
Uno dei fattori chiave di differenziazione è che le società di Network Marketing paga commissioni sulla vendita o sul consumo personale globale, mentre le imprese di Franchising riscuotono tasse. In sintesi, i punti di forza e i vantaggi del Business del Network Marketing includono zero costi di partenza e di esercizio.
Ma chi ha esperienza nel mondo del lavoro, sa ben apprezzare anche altri vantaggi. Ad esempio il fatto di non avere dipendenti e poter ugualmente  guadagnare anche somme esorbitanti. Naturalmente, questo non è garantito per tutti, ma troviamo lo stesso fattore anche nell´economia convenzionale.
Le persone con spirito imprenditoriale guadagneranno sempre più degli omettitori o poco volonterosi che contano piú sulle retribuzioni sociali dello stato.
Anche per questo Business vale la regola: “Chi non lavora………….…!!!
Coloro che credono che questo Business possa straripare da solo, solamente per il fatto che è il momento giusto e le condizioni economiche sono ottimali, fallirà anche qui.
Il Network Marketing ha sulle spalle una maledizione e una benedizione: così facile com'è iniziare, è anche talmente facile smettere.
Il livello d'impegno che si nasconde in questo Business è diverso dall'aprire un negozio organizzando l'apertura con licenza, arredamento, contratto d'affitto e inventario.
Il Network Marketing visto da una prospettiva imprenditoriale:
Perché il prodotto nazionale lordo di una persona è così importante.
Due fattori determinano le nostre vite in dimensioni particolare:
…tempo e denaro!
Sulle risorse esauribili del tempo di vita non abbiamo alcun controllo.
Tuttavia, possiamo determinare il nostro prodotto nazionale lordo, e quindi le condizioni finanziarie per la qualità del proprio tenore di vita che naturalmente stanno in rapporto alla dipendenza dalla situazione di reddito individuale.
Il denaro non è tutto, ma per molte persone è la molla principale che produce una grande forza da impiegare sul lavoro.
I motivi per questo sono diversi. I lavoratori sono regolamentati nel tempo e mettono la loro forza di lavoro a disposizione in conformità a certi termini e condizioni per guadagnarsi da vivere.
Unità di tempo così, sono scambiate per quelle di moneta. Lusso o prosperità elevati non possono in questo modo essere finanziate. Riserve finanziarie possono crearsi solitamente, solo dalla riduzione dello stile di vita. Si formano cioè, attraverso la rinuncia.
La vita è concettualmente progettata per includere una fase finale con il supporto della pensione che rappresenta il modo di rifarsi dello stile di vita degli anni di rinuncia.
Naturalmente nell'ambito dei precedenti scarsi versamenti pattuiti per legge sui contributi della pensione.
Gli imprenditori, invece, sono guidati dalla forza di rendere il suo prodotto nazionale lordo più alto possibile, assumendosi la responsabilità per creare posti di lavoro.
Il tributo per aumentare il reddito oltre la media è tuttavia alto:burocrazia, pressione fiscale elevata, cattive condizioni economiche, gli elevati contributi sociali, grande responsabilità, lunghe ore, vacanze corte, molto stress e banche implacabili.
Con questo rimane più spesso qualcosa in piú nel bilancio familiare rispetto ai lavoratori privati convenzionali. Quando gli affari vanno bene, ovviamente anche qui per il reddito vale: "Il cielo è il limite".
Alla fine di conseguenza è importante quello che resta per condurre la vita che uno s'immagina. E qui vi è un solo modo: aumentare il proprio prodotto nazionale lordo usando lo stesso tempo.
Nel gergo degli affari, questo non significa altro che aumentare i propri guadagni.
Calcoliamo che la vita comincia a piacere e a portare gioia da un reddito mensile disponibile netto di 10.000 €.Per la maggior parte dei lavoratori un parametro di reddito utopico.
Ma con la giusta idea di Business e la giusta impostazione di vita questo è possibile in ogni caso.
La prima domanda fondamentale che si dovrebbe porre chi intende prendere il suo destino nelle proprie mani è:  ....Che cosa ho da perdere?
Dal punto di vista dei dipendenti: un lavoro apparentemente sicuro, con un reddito che garantisca la sopravvivenza.
Come imprenditore, la questione è se l'impegno e il rischio siano in proporzione agli utili.
Nel Marketing di rete per esempio, i vantaggi per i redditi sono enormi, e sono, certamente in contrasto con qualsiasi altra attività o tenore di vita, una seria alternativa.
Come sempre nella vita dipende, naturalmente, oltre a quel po' di fortuna da tutto l'impegno personale e dalle competenze personali.
Poiché non vi è ancora una descrizione ben definita del lavoro di Networker e dati statistici sono raramente disponibili, possono essere utilizzate solo informazioni di esperienze personali e di sondaggi per quello che riguarda un rapporto di reddito e il tempo di lavoro corrispondente che si riferisca al  Network Marketing.
Lo schema di guadagno di chi è professionalmente e principalmente occupato nel Network Marketing, è al di lá di ogni immaginazione ed è sproporzionatamente alto rispetto al percettore di reddito medio di un normale lavoratore o di un convenzionale imprenditore. (non é inteso chiaramente lo sbandato impegnato in 10 o 20 Network differenti senza cognizione di direzione o chi fá Network con il solo traguardo di guadagnare senza lavorare).
Cruciale nella concorrenza dei redditi è l'impegno dei mezzi di produzione.
Un lavoratore, impegnato in un ingranaggio di produzione di fatturato e utili di una società, al quale rimanga alla fine del mese una somma di 600,-Euro netto disponibili oltre ai costi, deve riconoscere che il suo reddito netto personale per ogni ora è l'equivalente di non più di 2,89 €.
A chi, tra i fortunati, rimane il doppio, e raggiunge cosí un valore di quasi 6 Euro per ora, entra a far parte di una categoria di reddito piú alta.
Uno sguardo in generale a documenti di bilancio di società, dimostra che i redditi al netto, solo in alcuni casi siano piú del 5% del fatturato totale.
Ciò rende su un milione di fatturato un profitto di € 50.000 all'anno.
Il rischio di un’azienda stá nel rapporto tra i costi fissi e fatturati. In particolare, il fattore dei costi del personale è una sfida importante al giorno d'oggi.
Un dovere inflessibile di non poter recedere un contratto di lavoro praticamente obbliga le imprese a dover crescere, altrimenti diventerebbero presto insolvente. Nel Network Marketing, la situazione di rendita si comporta in modo completamente diverso.
Poiché non ci sono dipendenti fissi e i costi sono limitati alle spese di comunicazione, viaggi e rappresentazione, ecco che l'utile arriva ad essere anche in parte esorbitante.
Il Networker Full-Time di successo genera provvigioni di premi annui fino a 180.000 euro, l'utile lordo dovrebbe essere di circa il 75 per cento.
Nel segmento a reddito un pó piú alto la rendita annuale per i professionisti esperti di rete e che gestiscono questo business per molti anni, arrivano a commissioni di ca. 240.000-420.000 € all'anno.
L´esperienza dimostra che chi è da molti anni attivo nel Network Marketing vista come attività principale e ha puntato sulla societá giusta, puó contare su redditi annuali continuamente in ascesa. Redditi annuo lordi di 500.000 euro non sono infrequenti in questo business. Infine, vi sono, come anche in altri settori, Networkers Leader che guadagnano più di sei milioni di euro all'anno. Quindi, un incentivo sufficiente per l'imprenditore classico, di gettare uno sguardo attento sul settore.
Scenario Lavoratore:
Orario di lavoro: settimana 38-40 ore, regolamentato da contratto
Ferie: regolamentate da contratto
Circa l'80 per cento di tutti i lavoratori non hanno divertimento nel loro lavoro. Quasi ognuno di noi ha pensato piú di una volta a mettersi in proprio.
Con lo stipendio si arriva spesso solo a sbarcare il lunario.
Reddito: da 400 a 6.000 € al mese. I lavoratori temporanei Part-Time guadagnano 400 euro, il reddito medio pro capite è di circa 2.000 euro.
Agli alti livelli il reddito anche in una posizione privilegiata è appena superiore a 6.000 €.
Per la maggior parte dei lavoratori, lo stipendio è di solito sufficiente solo a coprire il costo mensile della vita. Grandi riserve spesso non possono essere formate. Opportunità limitate.
 
Scenario Imprenditore:
Orario di lavoro: settimana da 50-75 ore, difficilmente riducibile
Ferie: difficilmente prevedibili
Quasi tutti gli imprenditori soffrono di stress estremo. Il lavoro a fine settimana è quasi auto-evidente. Molti gli ostacoli burocratici che impediscono la tranquillitá in una posizione già colma di responsabilitá.
Reddito: 1.000 a 20.000 euro al mese.
I piccoli imprenditori spesso non guadagnano più di 1.000 a 3.000 euro e spesso non sono in situazioni migliori dei dipendenti.
L'imprenditore medio guadagna, se il business funziona bene, una media di 5.000-15.000 €. Parametri di reddito di 20.000 € o più sono ovviamente possibili, ma vengono raggiunti solo da una minoranza.
 
Scenario Networker:
solo da una minoranza
Orario di lavoro: da 10 a 40 ore alla settimana, con orari organizzati autonomamente
Ferie: autodeterminate
Stile di vita e di lavoro con orari flessibili. Full e part-time possibili, quindi adeguati alle esigenze del singolo. Poco lavoro d'ufficio, un sacco di comunicazione con altre persone quindi pubbliche relazioni in quantità per chi ama il contatto con il pubblico.
Reddito: 300 a 600.000 euro al mese
La media guadagna, lavorando Part-Time 300-1500 €.
Networker con esperienza impegnati professionalmente prendendo il Network Marketing come attivitá principale, spesso guadagnano 5.000-25.000 €.
Parametri professionali di Leader portano i redditi di capi gruppo fino a 30.000-80.000 €.
Reddito picco assoluto mensile per organizzatori alle cime delle organizzazioni è attualmente di 100.000-600.000 €

Caro Amico,
ti posso assicurare che dopo aver letto queste righe avrai una cognizione molto reale di cosa sia il Network Marketing e come si possa utilizzare al meglio.
Questa é la prima puntata di molte altre che verranno e che ci aiuteranno a comprendere meglio questo nuovo mondo Business che purtroppo non é ancora valutato per quel che veramente offre.
Ti auguro una buona lettura e una messa in pratica di successo.